1. NEWSAGER

A Superquark la ricerca di Ager sull’acquacoltura innovativa

Lug 16, 2018 / News

Mercoledì 18 luglio su Rai 1 un servizio dedicato alle ricerche del progetto SUSHIN per migliorare la sostenibilità degli allevamenti e la qualità del pesce     Ci saranno anche trote, branzini e orate tra gli invitati del celebre magazine ideato e condotto da Piero Angela e in onda mercoledì 18 luglio a partire dalle 21,25 su Rai 1. Le telecamere della trasmissione hanno fatto tappa... Read more

I risultati della ricerca


banner sostegno ager

banner ager

Acquacoltura

 

Lo scenario

Nel 2015 Ager ha deciso di sostenere l’acquacoltura, un’attività zootecnica che si occupa dell’allevamento di pesci, molluschi, crostacei e alghe.

In base all’analisi del comparto fornita nel 2015 da un gruppo di esperti scientifici, economisti e rappresentanti della filiera, solo un terzo del pesce che arriva sulle nostre tavole è di provenienza italiana e il bilancio import/export risulta negativo. Il problema riguarda tutta l’Europa, ma l’Italia è il paese dell’Unione maggiormente deficitario, in particolare per la produzione di orate, spigole e mitili anche se il nostro paese vanta condizioni ambientali e capacità tecniche ed imprenditoriali che renderebbero possibile un’offerta concorrenziale.

leggi tutto...
Il comparto dell’acquacoltura produce duecentomila tonnellate annue di prodotto, per un fatturato complessivo di poco superiore ai cinquecento milioni di Euro (ISMEA, 2013). I produttori italiani puntano prevalentemente alla qualità del prodotto e alla sua sostenibilità, piuttosto che alla quantità vendibile. Oltre il 50% delle imprese di acquacoltura sono dedicate alla produzione di pesci di acqua dolce e acqua salata. Il restante si occupa della produzione di molluschi di acqua salata e acqua salmastra e solo l’1% circa alla produzione di crostacei di acqua salata. Secondo l’Associazione Piscicoltori Italiani (API), il 60% della produzione è concentrata al Nord, il 18% al Centro e il 22% al Sud del Paese. In termini di valore prodotto, il 66% dell’acquacoltura nazionale è dato dalla piscicoltura che produce in prevalenza trote - il nostro paese è il primo produttore a livello europeo - orate e spigole. Il mercato di riferimento per le nostre produzioni rimane quello nazionale.

L’economia

Uno dei fattori più critici per il comparto sono i prezzi alla produzione, che risultano sistematicamente superiori rispetto a quelli della merce d’importazione. Ad incidere sui costi della piscicoltura è soprattutto il prezzo di mercato dei mangimi – che rappresenta il 60% del costo totale di produzione – in costante aumento. Questo trend di crescita è la conseguenza della limitazione di farina ed olio di pesce (l’ingrediente di base), dovuta all’eccessivo sfruttamento della risorsa alieutica oceanica.

In risposta a tale problematica e per ridurre i costi, vengono utilizzati mangimi prodotti con materie prime a prezzo più contenuto. Tuttavia la sostituzione, totale o parziale, della farina e dell’olio di pesce con fonti proteiche e lipidiche alternative, si rivela spesso controproducente per la qualità del pesce. Un’alimentazione non adeguata determina: ridotte performance di accrescimento; un incremento delle deiezioni e delle patologie; una riduzione della qualità complessiva del prodotto finale con evidenti ripercussioni negative sia in termini economici che ambientali.

leggi tutto...
L’allevamento di pesci, molluschi e crostacei a fini alimentari ha superato, a livello mondiale, la pesca tradizionale. Entro il 2030 (dati FAO 2014) l’acquacoltura raggiungerà i due terzi della produzione alieutica complessiva. Un settore in forte espansione che Ager ha deciso di supportare finanziando progetti di ricerca scientifica capaci di incidere positivamente e a breve termine sullo sviluppo della piscicoltura italiana.

Obiettivo è il miglioramento dell’alimentazione dei pesci in allevamento, attraverso lo studio e la risoluzione delle problematiche derivanti dall’impiego - ormai sempre più diffuso - di mangimi di origine vegetale o animale alternativi alla farina e all’olio di pesce tipicamente utilizzati in acquacoltura, ma la cui disponibilità è in costante diminuzione.

Tutti questi aspetti incidono sui costi di produzione con conseguente aumento dei prezzi di vendita, che vanno ad aggiungersi alle carenze strutturali e funzionali del comparto acquicolo nazionale. Problematiche che non riguardano unicamente la sfera economica ma investono anche quella politica e sociale. A questo si aggiungono le buone opportunità del mercato interno, con un’offerta nazionale insufficiente e che offre sbocchi interessanti perché gli italiani sono consumatori di pesce, un elemento essenziale della Dieta Mediterranea. Il consumo nazionale pro capite di prodotti ittici è arrivato a 20 kg/anno, andamento che rispecchia quello mondiale dove, negli ultimi quarant’anni i consumi medi di pesce sono raddoppiati. Attualmente i prodotti ittici assicurano circa il 17% delle proteine assunte nella dieta umana. Il loro consumo svolge anche un ruolo di primaria importanza nei riguardi dello stato di salute generale della popolazione, grazie al contenuto in acidi grassi Omega 3 che molti studi mettono in relazione a una riduzione del rischio di cardiopatie e di tumori.

I progetti

Ager ha così sostenuto due progetti di ricerca:

4F
Sushin

Entrambi sono finalizzati a trovare fonti alternative alla farina di pesce in grado di contenere i costi di produzione degli allevamenti, ridurre l’impatto ambientale, garantire la qualità del pesce allevato.

 

I bandi I progetti finanziati

 

banner sito acquacoltura

Le Risorse

  logo fondazione bolzano     logo fondazione parma  logo fondazione cariplo      logo cr cuneo         logo fondazione carife    logo fondazione cr firenze      logo fondazione Friuli    logo fondazione modena     logo fondazione padova rovigo     logo fondazione sardegna     logo fondazione teramo        logo fondazione caritro trento rovereto    logo fondazione venezialogo fondazione vercelli logo fondazione con il sud            

Ager - Agroalimentare e ricerca,
è un progetto di ricerca agroalimentare promosso e sostenuto da un gruppo di Fondazioni di origine bancaria.

AGER
Presso Fondazione Cariplo
Via Manin n. 23 - Milano
cf 00774480156

Progetto Ager

Valentina Cairo
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel +39 02 6239214

Riccardo Loberti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


ico twitter   TWITTER

ico youtube   YOUTUBE