Grande partecipazione di ricercatori e operatori del settore all'importante iniziativa della SISSG - Società Italiana per lo Studio delle Sostanze Grasse che, il 18 e 19 ottobre 2018 scorsi, ha organizzato  il Congresso “Oli e grassi. Qualità ed autenticità. Tecnologie e sottoprodotti”, all’Università di Bari Aldo Moro.

Al 6° Congresso AITeL “Latte e derivati: ricerca, innovazione e valorizzazione” sono state presentate nuove soluzioni scientifiche e tecnologiche a favore dell’intero comparto dei prodotti lattiero caseari. Presentato con un poster anche il progetto FARM-INN sostenuto da Ager  

Si è svolto Giovedì 20 settembre 2018 il 6° Congresso Lattiero-Caseario Latte e derivati: ricerca, innovazione e valorizzazione organizzato dall’Associazione Italiana Tecnici del Latte (AITeL), in collaborazione con la Fondazione Edmund Mach, il Concast - Consorzio dei caseifici sociali e produttori latte trentini, l’Ufficio agricoltura della Provincia Autonoma di Trento e la Federazione provinciale allevatori Trento, e realizzato grazie al cofinanziamento di  “MassTwin”, un progetto di cooperazione tra stati membri della comunità europea.

Aumentare la conservabilità dell'olio in porzioni monouso per dare ai consumatori un olio extra vergine di oliva dalle caratteristiche qualitative ottimali. E' questo l'obiettivo di una ricerca condotta dall'Università di Milano nell'ambito del progetto S.O.S., che sta confrontando la conservabilità di due oli prodotti dalle cultivar Bosana e Nera all'interno di tre diversi materiali: (a) metallizzato (PP/met), (b) trasparente (PET/coating/PE), (c) vetro ambrato (Figura 1).

È, ormai, noto come gli insetti siano considerati una fonte proteica alternativa particolarmente promettente per l’alimentazione animale.

La prestigiosa rivista internazionale Aquaculture (pubblicata da Elsevier) ha recentemente pubblicato un articolo a nome di Elisabetta Giorgini, Basilio Randazzo, Giorgia Gioacchini, Gloriana Cardinaletti, Lisa Vaccari, Emilio Tibaldi, Ike Olivotto, dal titolo "New insights on the macromolecular building of rainbow trout (O. mykiss) intestine: FTIR Imaging and histological correlative study". Il gruppo di ricercatori di Università Politecnica delle Marche, Università di Udine e SISSI Beamline, Elettra - Sincrotrone, Trieste, ha svolto le indagini che hanno portato a questo risultato scientifico nell'ambito del progetto Ager2-Sushin.

L'articolo è consultabile gratuitamente sul sito dell'editore fino al 13 settembre 2018.

Il contenuto dell'articolo è brevemente riassunto di seguito. L’intestino dei pesci svolge varie funzioni fisiologiche essenziali e la sua integrità è indispensabile per garantire la crescita ed il benessere dei pesci. Numerose tecniche di laboratorio sono state proposte per studiare la morfologia e la fisiologia dell’intestino dei pesci, e l’istologia classica rappresenta ad oggi uno degli standard di riferimento. Ciononostante, questa tecnica è dispendiosa in termini di tempo e non fornisce una informazione esaustiva sulla composizione macromolecolare (zuccheri, proteine, lipidi, acidi nucleici) dei tessuti. Il presente studio presenta un nuovo approccio per lo studio dell’intestino dei pesci, la spettroscopia Infrarossa in Trasformata di Fourier (FTIR). Questa è una tecnica analitica veloce e che non necessita colorazioni specifiche, che analizza le transizioni vibrazionali (cioè i cambi di stato energetico) indotte sui tessuti dall’interazione con la radiazione elettromagnetica. Sulla base delle caratteristiche vibrazionali di alcune classi di gruppi funzionali molecolari, e di legami molecolari, l’FTIR permette quindi l’analisi della composizione macromolecolare del tessuto studiato. La trota iridea (O. mykiss) rappresenta una specie importanti per l’acquacoltura moderna ed è una delle specie prescelte dal progetto Sushin. Nel presente studio, appena pubblicato sulla rivista “Aquaculture”, oltre alle tradizionali analisi istologiche, è stata valutata, per la prima volta in trota iridea, la composizione biochimica e la relativa distribuzione macromolecolare della mucosa intestinale mediante FTIR. I dati spettrali possono essere quindi considerati un complemento alle analisi istologiche tradizionali e saranno pertanto applicati in tutte le attività di ricerca del progetto Sushin.

Ager - Agroalimentare e ricerca,
è un progetto di ricerca agroalimentare promosso e sostenuto da un gruppo di Fondazioni di origine bancaria.

AGER
Presso Fondazione Cariplo
Via Manin n. 23 - Milano
cf 00774480156

Progetto Ager

Valentina Cairo
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel +39 02 6239214

Riccardo Loberti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.