header mix

Da lunedì 26 ottobre il primo dei sette webinar organizzati dal progetto INNOVAMILK che presenta i primi risultati delle ricerche per ridurre costi di produzione e migliorare qualità e shelf-life di latte e formaggi 

 

Il ruolo dei sistemi foraggeri dinamici sulla sostenibilità ambientale ed efficienza produttiva dell’allevamento da latte” è il titolo del webinar in programma lunedì 26 ottobre 2020 dalle 14,30 alle 16,30 organizzato dai ricercatori di INNOVAMILK - Innovations in Italian Dairy Industry for the enhancement of farm sustainability, milk technological traits and cheese quality, il progetto finanziato da Ager-Agroalimentare e ricerca per rafforzare il comparto dei prodotti lattiero-caseari.

Oltre 150 paesi celebrano oggi, 16 ottobre, la Giornata mondiale dell’alimentazione promossa dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO).

Un ciclo di webinar per dare continuità alla divulgazione dei risultati delle ricerche ottenuti dai progetti che sosteniamo. Con questo obiettivo, parte il 13 ottobre il primo di una nutrita serie di eventi on line rivolti non solo al mondo produttivo e scientifico, ma anche ai consumatori e all’intera società civile.

I temi dell’economia circolare e la produzione di cibo con sistemi basati sulle risorse rinnovabili sono da sempre al centro degli obiettivi di Ager. Per questo, non potevamo mancare al Bioeconomy Day, la “Giornata internazionale della bioeconomia” celebrata il 24 settembre e promossa e coordinata dal Cluster SPRING e da Assobiotec-Federchimica.

Per l’occasione, sono scesi in pista i ricercatori di SUSHIN e VIOLIN, che hanno raccontato com’è possibile valorizzare economicamente i sottoprodotti della filiera olivicola tutelando l’ambiente e come garantire un’acquacoltura sostenibile alimentando i pesci con mangimi ottenuti da risorse rinnovabili.

Le esperienze sono state illustrate durante un evento in streaming organizzato dalla Fondazione Edmund Mach, partner scientifico in entrambi i progetti. Filippo Faccenda, ricercatore del progetto SUSHIN, ha illustrato i problemi che stimolano a cercare soluzioni alternative alla farina di pesce, presentando i buoni risultati ottenuti utilizzando farine da sottoprodotti della lavorazione avicola, da insetti e da microalghe. Mentre Eugenio Aprea, ricercatore di VIOLIN, ha presentato i risultati di alcuni studi sui sottoprodotti della spremitura e sulle foglie di olivo, i cui estratti si sono dimostrati efficaci per combattere alcune avversità dell’olivo, dimostrando anche positivi effetti sulle cellule tumorali, avendone dimostrandone “in vitro” la riduzione della vitalità.

I contributi sono visibili sul canale YouTube della Fondazione Edmund Mach a questo link, timing 1h 17’ 50’’ (Filippo Faccenda) e 1h 45’42’’ (Eugenio Aprea).

Per approfondire le conoscenze sui risultati delle ricerche, è possibile consultare i siti di VIOLIN e SUSHIN.

Un webinar per scoprire la flavour symphony dell'olio extra vergine di oliva italiano 

 

Le hanno testate i ricercatori di VIOLIN, un progetto finanziato da Ager a sostegno della filiera olivicola italiana. Si tratta di tecniche analitiche avanzate per misurare con accuratezza e precisione i composti aromatici che partecipano a determinare la qualità sensoriale dell’olio di oliva.