Stampa questa pagina
  • 18 Febbraio 2020

Ad AquaFarm le ricerche dei progetti Ager

I risultati delle ricerche dei progetti 4F e SUSHIN alla quarta edizione della mostra-convegno internazionale dedicata alle tecnologie, ai prodotti e alle buone pratiche della produzione sostenibile di cibo dall’acqua.

Nell’edizione 2020 di AquaFarm saranno presentati al pubblico i risultati dei principali progetti di ricerca nel campo dell'acquacoltura. Tra questi non potevano mancare 4F e SUSHIN, i due progetti che Ager sta sostendo con un milione e cinquecentomila euro. L'evento è previsto per mercoledì 19 febbraio dalle 14 alle 18. presso la Sala del Pesce. Un'immersione nella ricerca dove coordinatori e partner di diversi progetti illustreranno i risultati direttamente applicabili in allevamento e finalizzati all'ottimizzazione dei processi di filiera. 

I due progetti sostenuti da Ager saranno rappresentati dal Prof. Marco Saroglia dell’Università dell’Insubria (responsabile scientifico di 4F) e dal Prof. Emilio Tibaldi dell’Università di Udine (responsabile scientifico di SUSHIN). Obiettivo delle ricerche è di trovare formulazioni innovative di mangimi da utilizzare per gli allevamenti di branzino, orata e trota iridea che possano sostituire la farina e l’olio di pesce con farine di altro tipo, quali vegetali, da insetti, da crostacei, da sottoprodotti avicoli oppure con prodotti a base di microalghe. Il tutto per limitare le quantità di pescato oceanico, continuando a garantire elevate qualità nutrizionali e di sicurezza alimentare del pesce allevato e un giusto reddito per gli allevatori. 

Ager, lo ricordiamo, ha contribuito alla nascita di questa importante manifestazione internazionale,  partecipando nel 2017 alla prima edizione di AquaFarm.

Per maggiori informazioni http://www.aquafarm.show/programma-2020/