header mix

Una bioraffineria che riutilizza le biomasse provenienti dalle fecce e dalle acque di lavaggio dei locali e degli impianti enologici per trasformarle in energia elettrica e recuperare idrogeno. Non è fantascienza, ma il risultato di anni di ricerche di un progetto Biovale sostenuto da Ager, al quale hanno lavorato in partnership i ricercatori delle Università di Roma “Tor Vergata”, di Udine e di Bologna.

L'appuntamento è per lunedì 20 maggio alle ore 10.00 alla Residenza Gasparini, Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, in Via dell'Anselma 9. E' qui che i ricercatori del progetto ValorVitis 2.0, sostenuto da Ager, illustreranno al pubblico come i sottoprodotti di vinificazione possono essere recuperati e impiegati in nuove produzioni alimentari che migliorano la salute umana. In particolare, si tratta di farina di bucce di vinaccia a granulometria molto fine e ricca in fibra e frazioni fenoliche, che consente sia di estendere la conservabilità della vinaccia superando il problema della stagionalità di accumulo di questo sottoprodotto e di avere un'ampia gamma di applicazioni alimentari.

Durante l'incontro saranno presentate le esperienze di aziende che hanno prodotto alimenti addizionati con queste farine; saranno illustrati i test di gradimento dei consumatori nei confronti di questi nuovi alimenti; saranno presentati i vantaggi derivanti dalla produzione di alimenti addizionati con ingredienti derivati dalla vinaccia con basso indice glicemico.

Accanto a questo, sarà presentata l'analisi condotta dai ricercatori per capire come il contesto produttivo e il mercato hanno reagito a questi nuovi prodotti, valutando la fattibilità economica in base ai requisiti tecnico impiantistici e ai costi di produzione delle innovative farine.

L'iniziativa è aperta al pubblico e terminerà alle 13,15. Per motivi organizzativi è richiesta la pre-iscrizione inviando e-mail alla prof.ssa Giorgia Spigno Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. responsabile scientifico del progetto.

Programma del convegno.

 

 

Si terrà dal 24 al 28 giugno 2019 a Porto Conte Ricerche ad Alghero (Sassari) la Summer School promossa dal progetto Fine Feed For Fish - 4F, sostenuto da Ager. Cinque giorni interamente dedicati alle nuove sfide della moderna acquacoltura, che sempre più richiede innovazioni e nuove tecnologie che puntano alla sostenibilità e alla necessità di contrastare l'aumento dei prezzi delle farine e dell'olio di pesce attualmente utilizzati nell'alimentazione dei pesci allevati. 

Alla Summer School saranno ammessi 30 partecipanti, che avranno a disposizione un nutrito e approfondito programma che prevede 40 ore di attività, di cui 22 ore di lezioni frontali, 6 ore di visite guidate ad aziende del settore, 4 ore di laboratorio analisi, 4 ore di seminari con esperti aziendali e 4 ore di workshop finale con interventi dei partecipanti. I seminari aziendali e il workshop finale saranno aperti al pubblico.

Per avere informazioni sui posti ancora disponibili e conoscere le modalità per l'iscrizione è necessario contattare la segreteria organizzativa, presso il Consorzio Italbiotec, Via Gaudenzio Fantoli, 16/15 (Milano), telefono 02.5060191, e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

PROGRAMMA

MODULO DI ISCRIZIONE

Come dare valore a esperienza e conoscenza nel settore vitivinicolo? "ValorVitis 2.0" offre questa possibilità alle aziende vitivinicole, alimentari, produttrici di estratti vegetali e che lavorano le vinacce.

Martedì 7 maggio alle ore 9.00 presso il Campus Agripolis dell'Università di Padova a Legnaro: questo l'ultimo appuntamento per sentire dalla viva voce dei ricercatori i risultati del progetto "Filiera grano", che ha messo a punto un prototipo per la concimazione azotata di precisione del grano duro.