header mix

Largo ai giovani ricercatori che hanno buone idee e portano innovazione

Il progetto SUSHIN, in dirittura d’arrivo, premia due giovani ricercatori che con le loro idee daranno continuità ai risultati ottenuti con le ricerche a favore dell’acquacoltura sostenibile

L’appuntamento è per giovedì 22 luglio alle ore 9.30: vi aspettano (on line) Matteo Zarantoniello e Francesco Casarano, due giovani ricercatori che si sono aggiudicati rispettivamente il premio per la più originale e innovativa idea per sviluppare e dare seguito ai risultati ottenuti da SUSHIN e per la migliore tesi svolta e discussa nell’ambito del progetto da un laureato magistrale.

Il concorso è stato bandito dal Dipartimento di Scienze Agroalimentari, Ambientali e Animali dell’Università degli Studi di Udine, capofila del progetto SUSHIN, per valorizzare la crescita scientifica e umana e favorire l’iniziazione alla ricerca di giovani ricercatori. La graduatoria di merito è stata redatta, non senza difficoltà vista la qualità delle undici proposte candidate, da un’apposita Commissione giudicatrice formata da esperti del settore dell’acquacoltura italiana esterni al progetto e da un membro interno non universitario, utilizzando criteri di scelta basati sull’innovazione e sulla qualità scientifica degli elaborati.

I premi ai vincitori saranno consegnati dal dott. Luciano Nonis, Direttore della Fondazione Friuli, una delle dieci Fondazioni di origine bancaria aderenti ad Ager che hanno sostenuto il progetto SUSHIN. La cerimonia si terrà presso l’Università di Udine e sarà fruibile da remoto previa iscrizione compilando l’apposito modulo al seguente link https://forms.gle/qoNiCs5zfLL9NpEYA

Siamo molto soddisfatti di questa iniziativa, che troviamo in piena sintonia con il nostro obiettivo di offrire concreti percorsi di crescita professionale ai giovani ricercatori. E grazie ai progetti che sosteniamo, ad oggi ne abbiamo coinvolti oltre cinquecento” - commenta Valentina Cairo, project manager di Ager e che sarà presente alla cerimonia - “Per questo ringrazio il prof. Emilio Tibaldi, responsabile scientifico di SUSHIN, e tutto il partenariato per questo premio, che valorizza le nuove leve e favorisce la messa a frutto e la continuità dei risultati ottenuti dal progetto”.

Scarica qui il programma dell’evento.